Archivio

Archivio Giugno 2007

Insalata di pollo fantasia

28 Giugno 2007 1 commento

Questa è una ricetta che faccio spesso in estate quando fa caldo e magari non si ha voglia di mangiare carne, oppure quando mi avanza della carne, per esempio dell’arrosto, o del bollito, o del pollo arrosto.
Si chiama fantasia perchè in effetti si può fare con tutti gli ingredienti che si vuole, a seconda dei gusti di ognuno.

Ieri sera per esempio ho fatto questa:

- 2 fette di petto di pollo cotte alla piastra
- una zucchina e un peperone cotti sulla piastra
- un finocchio tagliato sottile
- pezzo di formaggio duro tagliato a listarelle
- olio, sale, aceto

Procedimento:

Tagliare la carne precedentemente cotta a listarelle sottile. Metterla in una ciotola e poi aggiungere tutti gli altri ingredienti tagliati sempre sottili. Condire e servire fredda.

Altre varianti:

Buona anche mettendo carne e verdure sott’olio, oppure con le cipolline in agrodolce, oppure con insalata mista, carotine, finocchi e formaggio. Insomma aprite il frigor e vedete quello che avete.

Può essere un buon secondo, oppure per una cena fredda estiva uno dei diversi piatti, insieme a pasta fredda e torte salate.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Zucchine ripiene

15 Giugno 2007 4 commenti

Ecco un cavallo di battaglia di mia mamma, le fa le cuoce e poi si conservano anche per un paio di giorni.

Ingredienti per 4 persone:

- 4 zucchine
- 200gr di carne trita
- pangrattato
- grana
- un uovo
- pepe
- sale
- aglio
- olio

Procedimento:

Far scottare le zucchine in acqua bollente, giusto il tempo perchè si ammorbidiscano leggermente ma rimangano comunque sempre croccanti.
Scolarle, tagliarle a metà per il lungo, scavare la polpa e tenerla da parte.
In una padella far soffriggere l’aglio con l’olio, quando è dorato buttare la carne trita e la polpa di zucchine, finchè la carne trita non diventa marroncina. Quando è cotta buttare l’uovo, il pan grattato, il grana, sale e pepe. Mescolare bene.
Con questo composto riempire le metà delle zucchine.
Infornare a 180° per 10/15 minuti, giusto il tempo che il sopra del ripieno formi una crosticina.

L’uovo se volete potete anche non metterlo

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Panzerottini di pollo in sfoglia

7 Giugno 2007 1 commento

Ieri sera ho elaborato questa ricetta che si addice ad un pranzo in piedi tra amici a base di piatti freddi o tiepidi come torte salate,pizzette e focaccie,oppure anche come stizzichino nelle happyhour,basta ridurre le dimenzioni!

Ingredienti x 5/6 panzerotti
1 petto di pollo piccolo
1 porro
1/2 scamorza
1 cucchiaio di polpa di pomodoro
1 peperone piccolo rosso
2 cucchiaio di olio
sale
1 sfoglia
1 uovo piccolo
una placca con carta forno

Accendete il forno a 180°
In una padella fate rosolare il petto di pollo con un cucchiaio di olio,volendo aggiungete uno spicchio di aglio epr insaporire,ma non fatelo cuocere tanto,bastano 5 minuti,girandolo un paio di volte.Salate leggermente,assorbite con carta assorbente e lasciatelo raffreddare.
Nel frattempo mondate porro e peperone,il porro tagliatelo a rondelle il più possibile di misura uguale,direi 3/4 mm,il peperone a quadratini di 1/2 cm.Più piccoli sono prima cuociono.
Fate appassire entrambe gli ortaggi a fuoco dolce con un cucchiaio di olio uno di acqua e uno di polpa di pomodoro,meglio mettere un coperchio,salate leggermente fate rapprendere l’acqua e spegnete.
Tritate grossolanamente il petto di pollo con la mezzaluna mettetelo in una ciotola dove porrete anche le verdure cotte.Tagliate la scamorza a tocchetti ed unite il tutto.se volete condite con pepe.
Dal disco di pasta foglia ricavate o dei quadrati di 15 cm circa di lato per avere dei triangoli,oppure dei dischi con diametro 10/12 cm per dei veri panserotti.
Sbattete l’uovo,ponete un cucchiaio del composto di pollo nel triangolo o nel disco,spennellate i bordi con l’uovo,chiudete e premete i bordi con i rebbi della forchetta,bucate la pasta sfoglia per far uscire l’umidità in cottura e spennellate la superficie con l’uovo.
Ponete i panzerotti sulla placca coperta da carta forno precedentemente bagnata e strizzata (eviterà di bruciare) ed infornate per 15 minuti,finoa che la pasta si colorerà dolcemente.
Buoni tiepidi e freddi.

Gnocchi al sugo della nonna

5 Giugno 2007 1 commento

Lo chiamo “sugo della nonna” ovviamente perchè è mia nonna che lo cucina e mi ricorda la mia infanzia.E’ un sugo corposo,saporito adatto a gnocchi di patate o pasta fresca all’uovo.

Ingredienti x 4
1 bottiglia di salsa di pomodoro
1/2 scatola di polpa di pomodoro
2 spicchi d’aglio
2 cucchiai di olio
sale
un rametto di rosmarino
3 foglie di salvia
1 foglia di alloro
un cucchiaino di pepe in grani
un cucchiaino di bacche di ginepro
una presa di timo
una presa di maggiorana
uno scalogno piccolo
una retina tipo tulle oppure il filtro in rete metallica per il thè
2 confezioni di gnocchi
parmigiano reggiano grattugiato

Tagliate l’aglio in due pezzi,così anche lo scalogno,schiacciate le bacche di ginepro in modo che si rompano,uscirà meglio l’aroma,rompete grossolanamente salvia,rosmarino e alloro.
Mettete tutte le spezie nel retino e chiudetelo con un cordino,fatelo piuttosto lungo in modo da legarlo al manico della pentola,sarà più facile estrarlo.
In una pentola ponete a freddo la polpa di pomodoro schiacciata con la forchetta,la salsa,l’olio,il retino con le spezie,l’olio un po’ d’acqua e portate a bollore.
E’ un sugo a cottura un po’ lunga,almeno un’ora,la salsa si deve rapprendere abbastanza sembrerà una crema,aggiustate di sale a fine cottura.
Cuocete gli gnocchi conditeli direttamente nella pentola in modo che si amalgami il sugo con l’amido degli gnocchi e servitre spolverato di parmiggiano e pepe.

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Ravioli burro, salvia e pancetta

4 Giugno 2007 3 commenti


Ecco una ricetta molto gustosa e veloce da preparare.

Ingredienti

- una confezione di ravioli con ripieno di carne
- pezzo di burro
- grana
- qualche foglia di salvia
- pancetta tagliata a listarelle

Procedimento

Far bollire l’acqua per i ravioli. Nel frattempo in un pentolino mettere un po’ d’olio e la pancetta tagliata a listarelle (fatevi tagliare dal macellaio una fetta spessa sui 2 hg di peso). Farla cuocere finchè non diventa bella croccante.
In un altro pentolino mettere un pezzo abbondante di burro e 4 foglie di salvia. Farlo sciogliere a fuoco basso.
Quando l’acqua bolle buttare i ravioli. Di solito io compro quelli freschi che in max 4 minuti sono cotti.
Scolare i ravioli, versarli nella pentola con la pancetta e sopra buttare il burro fuso con la salvia. Mescolare bene.
Servire ben caldi con una bella spolverata di parmigiano grattuggiato.

In alternativa potete anche non mettere la pancetta.

Non vi ho indicato la quantità perchè dipende dai gusti. Certo il burro deve essere a sufficienza, perchè non devono risultare asciuttissimi.