Archivio

Archivio Febbraio 2007

Puglia2:Pasta e patate

27 Febbraio 2007 2 commenti

Altra ricetta tipica pugliese,un piatto non leggerissimo ma molto semplice e gusstoso.

Ingredienti per 4

300 gr di spaghetti da spezzare in pezzettini da 3 cm circa
1 scatola di pomodori pelati a pezzetti
5 patate medie da tagliare a cubetti
2 spicchi d’aglio
un cucchiaio di olio extravergine
sale
origano

Procedimento
Far rosolare l’aglio nell’olio ed aggiungere i pomodori a pezzetti,far “tirare” il sugo fino a che rimarrà poca acqua dei pomodori,dopodiche aggiungere le patate e l’equivalente del barattolo di pelati di acqua ben calda.
Far cuocere per una buona mezz’ora,nel frattempo mettere l’acqua per la pasta.
Salare le patate ed aggiungere una bella manciata di origano.Se le patate sono quelle giuste si formerà un sughetto denso,altrimenti se rimane limpido schiacciate con la forchetta alcuni pezzetti in modo da creare una crema.
Cotti gli spaghetti spezzati unite il tutto e servire caldissimo!

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

Pasta e piselli

27 Febbraio 2007 2 commenti

Ecco una ricetta pugliese, presa dalla tradizione contadina, tipica delle famiglie numerose dove con poco dovevano sfamare molto e molti e quindi si ripiegava sulla pasta cotta con verdure (patate, piselli, zucchine, cime di rapa, fagioli….).
Oggi spiegherò la ricetta di pasta e piselli in brodo.

Ingredienti:

- pastina tipo tubetti
- piselli
- olio
- cipolla
- sale
- pepe

Procedimento:

In una pentola dai bordi alti mettere tutto a crudo i piselli, la cipolla tagliata a fettine, un po’ d’olio, un po’ di sale. Coprire e lasciare cuocere per 10 minuti, per far prendere ai piselli un po’ di gusto. Dopo 10 minuti versare mezzo litro di acqua e far cuocere i piselli, che comuque devono essere coperti dall’acqua. Aggiustare con sale e pepe e lasciar cuocere fino a rendere i piselli morbidi
A parte cuocere la pasta. Quando è cotta scolarla e condirla con i piselli che devono rimanere col brodo.
Si deve ottenere una pasta con brodo non tanto come una pastina, ma sufficiente per lasciare un po’ di brodetto alla fine.

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Risotto ai funghi

20 Febbraio 2007 2 commenti

Io adoro il risotto. Se fosse per me me lo mangerei tutti i giorni, ed infatti ieri ho fatto l’ainplain (o come diavolo si scrive), riso in bianco a pranzo, riso ai funghi a cena.

Ingredienti per due persone

- 4 manciate di riso
- cipolla
- burro
- funghi
- brodo
- prezzemolo
- mezzo bicchiere di vino bianco

Procedimento

In una pentola, meglio se larga e dai borsi medio alti, far soffriggere la cipolla con il burro.
Quando è dorata versare i funghi (se sono freschi, lavati e tagliati a fettine; se sono secchi precedentemete messi in ammolo in una tazza di acqua caldo per 30 minuti; se sono surgelati direttamente), mescolare per un minuto e poi buttare il riso (io calcolo due pugni a testa). Farlo tostare, poi buttare il vino e farlo evaporare bene.
A questo punto versare un po’ di brodo alla volta (io lo faccio col dado, ma sarebbe meglio quello di carne), facendo cuocere il riso a fuoco basso e senza coperchio, mescolando sempre e aggiungendo sempre brodo, regolandosi con la cottura, perchè quando il riso è cotto non deve galleggiare nel brodo.
Quando è pronto spegnere il fuoco, aggiungere il prezzemolo tritato, il grana grattuggiato e lasciarlo coperto un paio di minuti per farlo mantecare.

Servire caldo

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Torta di pane e latte

19 Febbraio 2007 1 commento


Questa è una torta casereccia, io la chiamo anche la torta della nonna, da non confondere con quella di limone e pinoli, ma la chiamo così perchè sembra la torta di una volta, quella che le nonne facevano con gli ingredienti che avevano a disposizone.
Ed in effetti è còsì, in questa torta potete metterci tutto quello che volete e nelle quantità che volete, dovete solo avere un po’ d’occhio.

Ingredienti:

1 bustina di lievito
1 buccia grattuggiata di un limone
100 gr di pinoli
un pezzetto di burro
1 uovo (facoltativo)
latte
pane raffermo
biscotti
amaretti
cioccolato/cioccolatini/cacao in polvere
uvetta (se piace)

Procedimento:

Mettere in una pentola capiente il latte, di solito minimo 1 lt, il burro e il cacao in polvere, oppure il cioccolato, o i cioccolatini, accendere il fuoco e far sciogliere bene gli ingredienti. Quando si è sciolto tutto aggiungere il pane a pezzetti, i biscotti sbriciolati, gli amaretti e un uovo. Mescolare bene, spegnere il fuoco e frullare l’impasto, usando il multiquick, oppure il robot da cucina. Aggiungere la buccia del limone, i pinoli interi, l’uvetta se piace e il lievito. Mescolare bene. Si deve ottenere un impasto omogeneo abbastanza denso. Versarlo in una tortiera imburrata e cosparsa di pan grattato e infornarla per 40 minuti a 180°.
Quando è cotta, si dovrebbe formare una crosticina sulla parte superiore, sfornarla e lasciarla raffreddare bene prima di togliera dalla tortiera.

Io l’ho fatta ieri perchè avevo da consumare un pandoro di natale, più cioccolatini vari e biscotti avanzati.
Quaindi ho uusato due lt di latte, un pandoro intero, amaretti sbriciolati, un quarto di pane pugliese, biscotti, cioccolatini vari e niente uvetta.

E’ una torta che di soltio faccio quando devo consumare un po’ di prodotti, che si avviano alla scadenza e che mangiati da soli non hanno più il gusto fresco ma messi nella tornta invece la rendono gustosissima

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,